Tarangire Lake Manyara NgoroNgoro Serengeti Selous Ruaha

Lake Manyara photoalbum 

Mercoledė 22 Luglio

Dal Tarangire al Lake Manyara

 

Dopo una abbondante colazione - da oggi uova, pancetta e salsiccia saranno oggetto di estatico godimento da parte di Leo e di occhi sempre pių torvi di Nanda – si riparte. Le giraffe cominciano a moltiplicarsi, i maschietti guardano con invidia uno struzzo corteggiato dalla sua femmina (ah se fosse cosė anche per loro...) ma il culmine si raggiunge con l’incontro con un leopardo placidamente addormentato su una biforcazione di un albero: č un po’ distante e contro luce ma si vede abbastanza bene e scatena i gridolini di entusiasmo delle signore (altro che corteggiamento!). Smaltita l’emozione, dopo un momento passato affianco ad una mandria di bufali, usciamo dal parco del Tarangire ed arriviamo al Lake Manyara; nel percorso Franco si ferma a comprare un caschetto di mini banane che mangiamo molto volentieri. Il nuovo parco č diverso: molto pių ricco di acqua e quindi molto pių verde: Franco ha fretta e quindi non ci fermiamo pių di tanto: ovviamente quando incontriamo, del tutto inaspettatamente, due splendide leonesse non possiamo trascurale. Sosta per il pranzo nel lodge al centro del parco: quando Roberto vede che ci sono gli spaghetti  non capisce pių nulla e se ne fa una scorpacciata, affermando coraggiosamente che son molto buoni. Proseguendo, nel pomeriggio, pensiamo di aver veduto un grande spettacolo quando incontriamo una hyppo-pool, ma la scena č dominata dalla splendida immagine del lago interamente ricoperto da migliaia e migliaia di fenicotteri dove il rosa č il colore dominante e non riusciamo a staccarci da binocoli e macchine fotografiche per immortalare lo spettacolo. Nonostante la bellezza e varietā di animali, tutto il resto passa in secondo piano. Assistiamo, indifferenti, alla morte di un un fenicottero ad opera dei marabų:  prima un marubų lo azzoppa, poi lo segue e, con la complicitā degli altri marabų prontamente accorsi, lo finisce a beccate per divorarlo tutti insieme. Tuttora non sappiamo se l'indiffernza č perchč siamo lontani, perchč di fenicotteri ce se sono molti o solo perchč dei fenicotteri non ci importa proprio.  Splendida serata, buona la cena intorno al fuoco, anche se Roberto si lamenta che deve mangiare il pesce, ottima la sistemazione fra gli alberi: la doccia all’aperto č sempre una emozione! (Attenzione: prima serata di Nanda&Leo senza acqua calda). Nella notte ci si sveglia nel buio pių profondo: il generatore č spento e non si vede nulla. Ma c’č una torcia e si fa anche pipė.