1 2 3 4 5 6 7 - Sydney

Wes Sep, 26

      the City

Taronga Zoo

Aquarium

dinner in Circular Quay

Sydney

La sveglia a Sydney ci riporta in un mondo di traffico dopo più di tre settimane e ci sembra un pò strano. Strano è pure l'albergo: belle camere, arredamento stylish, tutto curato pulito ed efficiente ma non c'è da fare colazione. Solo un piccolo bar con accesso diretto dalla strada che scopriremo fare un ottimo caffè. Troviamo un bar per fare colazione (ci torneremo altre volte) e ci avviamo a piedi verso il Circular Quay. Negozi, mall, vetrine, negozi e ancora negozi. Camminiamo come in trance tra gente vestita con la giacca e la cravatta, elegante e noi abbiamo nostalgia del Kimberly (o almeno dell'outback). Arriviamo all'Opera House. Visitiamo il Botanic Garden. Sydney è veramente bella. Prendiamo il ferry per il Taronga Zoo. La passeggiata è bella, ci sono molti animali ma forse un elefante in meno e un canguro in più ci sarebbe fatto felici. Vediamo il tasmanian devil , vediamo il wombat e siamo contenti. Andiamo anche all'acquario (oggi è la giornata dell'animale in cattività). La giornata vola via e complice la visione notturna della skyline di Sydney andiamo all'Oyster Cove sul Circular Quay. Ottime ostriche, ottimi gamberoni, conto contenuto ma un freddo polare. Siamo circondati da eleganti coppie con lui in giacca e cravatta e lei scollata e coi tacchi a spillo (sono eleganti anche i giapponesi) mentre noi siamo gli unici imbaccuccati nei nostri k-way con anche il cappuccio in testa: strano che nessuno tra i camerieri o tra i giapponesi ci faccia almeno una fotografia. Poi pensiamo agli albanesi che sbarcano in Puglia e ci togliamo almeno il cappuccio per soffrire il freddo in silenzio. Gli sguardi dei camerieri sono sempre di velato rimprovero. Non lasciamo la mancia con la scusa che in Australia non si usa.
Thu Sep, 27

Manly walk

dinner in Manly

night ferry

Sydney

Prendiamo un taxi per andare allo Split Bridge. Naturalmente abbiamo fatto colazione e abbiamo cercato di noleggiare una macchina per l'indomani: purtroppo c'è una festa scolastica e non troviamo macchine pur provando con tutte le compagnie disponibili. Rinunciamo a comprare una Ferrari usata e ci avviamo verso la nostra passeggiata. Saliscendi tra spiagge, rocce e bellissime ville. Vale sempre la pena di passare dove abitano i ricchi. Vediamo la City da lontano, vediamo l'imbocco del fiordo di Syidney e arriviamo, stanchi ma felici a Manly. Un breve ristoro e ci dedichiamo allo shopping più sfrenato. Libri, cappellini, magliette, felpe e qualsivoglia altra grossolanità da turisti viene comprata in un'eccitata corsa contro il tempo. Ci riposiamo sul lungomare (in realtà Roberto si addormenta) aspettando l'orario per la cena. Alle 18.30 siamo già seduti a cenare (forse questo viaggio ci ha cambiato un pò dentro) e alle 20 prendiamo il ferry. Ritorno al buio con stupenda visione della City e fuga precipitosa in taxi verso l'albergo per dormire.
Fri Sep, 28

      shopping

dinner in Sydney

Sydney

La giornata è dedicata allo shopping ed è duro fermare la mano protesa verso la carta di credito di Angela e Nanda. Anche ricordando che abbiamo tutta la giornata alle 9.30 siamo già carichi di sacchetti, pacchi e buste di irrepetibili opportunità consumistiche. Andiamo a the Rock: solo la stanchezza ci aiuta a rallentare il ritmo. Passate le 14 le forze vengono a mancare e si torna in albergo non senza aver prenotato la cena sulla Sydney Tower per le 20.30. Sosta per recupero energie in albergo (e, ahimè, predisposizione valige con attenzione al peso) e si va alle 18.30 alla torre (forse siamo davvero cambiati dentro almeno nell'approccio all'orario della cena). Un'immigrata brasiliana trova conforto nel portoghese di Roberto e ci parcheggia al bar in attesa del nostro turno. Beviamo una birra guardando la città che gira sotto di noi. All'ora designata andiamo al buffet del ristorante. La confusione e la ressa sono spettacolari mentre del panorama non si vede nulla. Per fortuna l'abbiamo goduto prima. Ci perdiamo due volte perchè il blocco centrale con il buffet ruota rispetto ai tavoli e così saltano i tuoi punti di riferimento. Alcuni personaggi sono veramente singolari e alcuni giovani specimen emanano vistosamente ferormoni. Molti fanno la coda e non sanno per che cosa. Tutti girano intorno senza sapere più dove devono sedersi. Nel complesso non mangiamo male ma l'ambiente non fa per noi. Mesto rientro all'albergo: anche se non abbiamo voluto pensarci domani si rientra a casa.
Sat Sep, 29

Sun Sep, 30

      The Rock Market

SYD/BGK/LHR British Airways

LHR/LIN British Airways

Ultima mattinata di shopping. Il mercatino al The Rock è piccolo per chi è abituato a Traversetolo o Noceto ma troviamo i denti di squalo ed altre amene paccottiglie. Ci trasciniamo stancamente fino all'ora del trasferimento all'aeroporto e partiamo per le nostre 24 ore di volo ...

Leo viene assalito da un fastidioso mal di gola che lo fa tossire e ansimare. Nanda teme che gli altri passeggeri pensino ad un attacco di SARS e ci costringano a scendere dall'aeroplano ma ce la caviamo.

 

1 2 3 4 5 6 7 - Sydney